18/11/2019 - CONCERTO

Roberto Ranfaldi, violino - Andrea Bacchetti, pianoforte

programma di sala application/pdf (3,23 MB)

Roberto Ranfaldi

Iniziato lo studio con M. Ferraris, proseguito con E. Rosenblyth (a Boston), si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria e si è perfezionato con C. Romano a Ginevra e all’Accademia Perosi di Biella. Nel 1989 è entrato nell’Orchestra Sinfonica della Rai di Torino e dal 1995 è violino di spalla dell’OSN Rai. Ha suonato con i più grandi direttori, compiendo tournée in Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Spagna, USA e Svizzera. È stato invitato a collaborare come violino di spalla con Filarmonica e Orchestra della Scala, Accademia di Santa Cecilia, Maggio Musicale. Insegna all’Accademia Perosi e fa parte di giurie di concorsi internazionali. Oltre all’attività legata ai gruppi strumentali dell’OSN Rai, suona in duo con pianoforte e in formazione da camera con prestigiosi musicisti. Fra le incisioni discografiche: un cd con musiche di Furtwängler (Fonè), due cd con Respighi e Vivaldi (Videoradio) e due registrazioni live. Suona un Evasio Guerra del 1923 e un Gennaro Gagliano, ex Chumachenco del 1761.

 

Andrea Bacchetti

Nato nel 1977, giovanissimo ha raccolto i consigli di Karajan, Magaloff, Berio, Horszowski, Siciliani. Debutta a 11 anni e da allora ha suonato con regolarità in tutti i principali festival internazionali e con le più importanti orchestre in Italia ed Europa, nonché in Giappone, Corea, Russia, Messico, Brasile, con prestigiosi direttori (Bellugi, Guidarini, Renes, Venzago, Luisi, Zedda, Manacorda, Burybayev, Valdes, Bisanti, Pehlivanian, Urbanski, Grazioli, Gullberg-Jensen, Nanut, Lü Jia, Frantz, Chung, Baumgartner). Incide in esclusiva per Sony Classical e fra la sua ampia  discografia  si segnalano: le Sonate di Cherubini (Penguin Guide UK, Rosette), Scarlatti  (vincitore dell’ICMA 2014), Bach (cd del mese della «BBC Music Magazine», per il cd del mese della rivista giapponese «Record Geijutsu»e con l’Orchestra d’archi della RAI. Proficue sono state le collaborazioni con R. Filippini, U. Ughi, M. Larrieu, Prazak Quartet, Quatour Ysaÿe, Sestetto Stradivari dell’Accademia di Santa Cecilia. Compositori come Vacchi, Boccadoro, Del Corno gli hanno dedicato brani.

Scrivi il tuo commento

Credits | Privacy