21/10/2019 - CONCERTO

Ensemble Vocale Wolf-Ferrari (Anna Parrini, Elisabetta Cesarotto, Anna Maria Zorzi, Alberta Savi, Roberto Capovilla, Rafis Khusnutdino, Stefano Lovato, Francesco Toso), Franco Massaro, Maddalena Murari pianoforte

programma di sala application/pdf (4,74 MB)

Ensemble Wolf-Ferrari

Formato nel 2018 da Stefano Lovato utilizzando per le parti femminili elementi del già affermato e da lui diretto Ensemble Vaga Luna, ne rispecchia i criteri interpretativi ed esecutivi nonché, in linea di massima, il tipo di repertorio. Si tratta quindi principalmente di quelle musiche (profane e sacre) essenzialmente di carattere cameristico, quindi indicate per un organico estremamente ridotto, che vanno dalla fine del ‘700 ai primi del ‘900. Repertorio assai poco frequentato in Italia, così come poco conosciuto purtroppo è il grande compositore al cui nome è dedicato il gruppo, il veneziano Ermanno Wolf-Ferrari. I membri dell’Ensemble sono tutti perfettamente in grado di cantare ‘in assieme’, ma anche di interpretare parti solistiche, il che dà la possibilità di rendere assai più vari i programmi dei concerti.

Stefano Lovato

Baritono, padovano, si è diplomato in canto nel 1984 presso il Conservatorio “C. Pollini” della sua città essendo, nel frattempo, uno dei fondatori del Centro di Musica Antica (C.M.A.), gruppo che in poco tempo diviene uno dei punti di riferimento in Italia nell’esecuzione del repertorio vocale sino alle soglie dell’800. Si perfeziona nel repertorio cameristico romantico con Elio Battaglia segnalandosi, secondo posto alla prima edizione del “Concorso Nazionale di Musica Vocale Cameristica” di Conegliano (1983), finalista l’anno seguente, al Concorso Internazionale di Finale Ligure sul Lied tedesco e, più avanti, al Torneo di Musica dell’AGIMUS. Nel ’91 è finalista al concorso “Corradetti” di Padova. Si perfeziona inoltre a Barcellona con Dalton Baldwin e a Fiesole con Claudio Desderi.

Debutta in teatro nel 1983 (Don Bucefalo ne Le cantatrici villane di Fioravanti) e canta in The Four Note Opera di T. Johnson (prima italiana); La cambiale di matrimonio e I Lombardi alla Prima Crociata gli permettono di venire ammesso a frequentare l’Accademia di Busseto con  Bergonzi. Tra i ruoli che interpreta, Marcello e Schaunard (Bohème), Ping (Turandot), Scharpless (Butterfly), Silvio (Pagliacci), Dottor Malatesta (Don Pasquale), Belcore (Elisir d’amore), Fra’ Melitone (Forza del destino), Germont (Traviata), Conte di Luna (Trovatore), Nabucco (Nabucco), Amonasro (Aida), Alfio (Cavalleria rusticana), Conte d’Almaviva (Nozze di Figaro), Uberto (Serva padrona).

Assiduo l’impegno nel repertorio sacro-oratoriale e nella musica cameristica, soprattutto tedesca e francese. Parallelamente si è dedicato anche alla didattica tenendo stages sul Lied, l’opera buffa,  l’operetta, Mozart e l’aria barocca. si è occupato di librettistica e ha allestito spettacoli per bambini.

Ha collaborato con l’Arena di Verona, da anni lavora con l’Istituto della Cultura della regione di Guanajuato (Messico), tenendo stages  ed esibendosi in concerti e sulla scena (a Guanajuato, Leon, S. Miguel, Samarcanda, Celaya); tiene lezioni  a Nizza e Montecarlo.

Ha fondato l’Ensemble femminile “Vaga Luna”, specializzato in musica sacra e cameristica di ‘800 e ‘900 per coro femminile, è consulente artistico per l’ASAC della provincia di Padova ed è stato nominato nel 2016 direttore del Coro Lirico Regionale veneto. Più recentemente ha costituito  l’Ensemble Wolf-Ferrari.

Scrivi il tuo commento

Credits | Privacy